Come utilizzare i numeri che contano: il Fatturato.

Come utilizzare i numeri che contano: il Fatturato.

Bruno Vicaretti

In questo articolo (e nei successivi), scopriremo come l’imprenditore possa utilizzare concretamente le informazioni provenienti dal Bilancio per migliorare la gestione dell’impresa.

Nell’articolo ''Vuoi gestire meglio la tua azienda?'' pubblicato sul nostro blog lo scorso 16 Luglio, abbiamo suggerito le 8 principali voci del Bilancio che l’imprenditore - piccolo o grande che sia la sua attività economica - deve conoscere direttamente oppure con il supporto del commercialista.

La prima voce proposta in quell’articolo è stata il Fatturato: una grandezza che andrà confrontata sempre con quella dell’anno precedente.

Ricordiamo che il Fatturato è il risultato del prodotto tra volumi venduti e prezzi.

E' fondamentale capire, per agire in modo corretto, quanto la variazione del fatturato rispetto al periodo precedente sia stata causata da una variazione dei volumi venduti e quanto dal prezzo medio di vendita, al netto degli sconti.

Se in Azienda è presente un sistema di contabilità analitica la risposta è immediata, altrimenti bisognerà cercarla confrontando nei due periodi i seguenti dati:

  • Ore lavorate in produzione
  • Acquisti di materiali e di lavorazioni esterne
  • Fatturato da prodotti acquistati e poi rivenduti
  • Variazioni delle scorte

Dal confronto di queste informazioni (periodo precedente verso quello attuale) riusciremo a capire meglio se e come i volumi di vendita sono variati.

Dall'analisi svolta si dovrà passare, poi, all'attuazione di un piano di intervento.

Di seguito, sinteticamente, consigliamo le azioni che, sulla base della nostra esperienza, conviene attivare per alzare il fatturato.

Tali azioni andranno essere attuate dopo aver compreso l’influenza dei prezzi e dei volumi nella variazione avvenuta sul fatturato rispetto allo stesso fatturato registrato nel periodo precedente.

Nel caso di una dimuizione del fatturato bisognerà agire secondo due direttrici:

  • Aumentare i volumi di vendita attraverso l'acquisizione di nuovi clienti o la vendita di nuovi prodotti.
  • Aumentare i prezzi di vendita attraverso l'aumento del valore percepito dal cliente.

Concludiamo con una (forte) raccomandazione: la riduzione dei prezzi di vendita, azione molto diffusa nelle imprese che cercano di rilanciare il fatturato, tende, sempre, a creare problemi di bilancio (!)...per questa ragione dev'essere preceduta da un’adeguata riorganizzazione interna tesa a ridurre sia i costi variabili che quelli fissi.