Come creare empatia e fiducia mentre comunichiamo: la tecnica del ricalco

Come creare empatia e fiducia mentre comunichiamo: la tecnica del ricalco

Erika Borgonovo
Rapport

La comunicazione interpersonale caratterizza ogni momento della nostra esistenza. A casa, al lavoro o al bar diamo vita, ogni giorno, a molte conversazioni e interazioni dalle quali possiamo uscire soddisfatti o frustrati. Il workshop "comunicare meglio per vivere meglio" ci ha insegnato che imparare a comunicare in modo chiaro ed efficace è davvero importante e contribuisce al miglioramento della qualità della nostra vita. Come fare per ottenere risultati gratificanti e produttivi dalle relazioni con gli altri? La risposta è semplice: creare relazioni fondate sulla fiducia.

Il Rapport: cos'è e come costruirlo.

Nell'ambito della comunicazione e nella PNL (programmazione neuro-linguistica), un elemento chiave per la realizzazione di relazioni di fiducia e affinità con l'interlocutore è la creazione del rapport. I dizionari definiscono il rapport in diversi modi tra cui "un rapporto segnato da armonia, concordanza, accordo o affinità". Il rapport, quindi, indica una relazione fondata sull'accordo e sull'allineamento del proprio pensiero e comportamento con quello dell'altra persona.

Esistono due modi di vedere le persone, si può decidere di porre l'attenzione sulle differenze tra sé stessi e gli altri, oppure si può decidere di far risaltare le somiglianze e le caratteristiche che si hanno in comune. Aumentare la capacità di identificarsi con gli altri è come viaggiare: allarga gli orizzonti. Più questi si allargano più si ha la possibilità di scegliere la direzione del viaggio e di condurre gli altri nella stessa direzione. È inutile negarlo, ma alle persone piacciono persone a loro simili. Tendiamo sempre ad avere rapporti con persone che sono come noi, che vedono il mondo nel nostro stesso modo e scegliamo i nostri amici tra coloro che ci fanno sentire bene. 

Come creare rapport? La tecnica del ricalco.

Una delle strategie più potenti per stabilire il rapport proviene da Militon Erikson, riconosciuto come il più famoso medico ipnotista del mondo. La tecnica che Erikson utilizzava viene chiamata tecnica del ricalco.

Ricalcare significa andare incontro all'altra persona nel punto in cui lui o lei si trova, riflettendo quello che lui o lei sa o presuppone sia vero, o accordarsi con alcune parti dell'esperienza che lui o lei sta vivendo. In altre parole, stai ricalcando un'altra persona quando sei in accordo con lei. Quando ricalchi un'altra persona, in pratica le stai dicendo: "sono come te. Con me sei al sicuro. Puoi fidarti di me".

Empatia e fiducia: 5 modi per ricalcare.

Il fattore che rende così potente ed irresistibile il ricalco è che, quando ricalchiamo qualcuno, questi per poterci rifiutare dovrebbe rifiutare il suo stesso modo d’essere.

Per creare l'empatia e la fiducia di cui abbiamo bisogno, esistono svariati metodi. Eccone alcuni:

  • Accordarsi allo stato d'animo dell'altra persona: stati d'animo simili si cercano reciprocamente. Chi è infelice cerca l'infelice; allo stesso modo, chi è allegro ed entusiasta cerca di aggregarsi a persone con uno stato d'animo simile. Esempio: alcune persone, al mattino, sono piuttosto giù di corda, altre sono scattanti e piene di energia. Se un giorno arrivi al lavoro bene sveglio e ti trovi faccia a faccia con il tuo collega mezzo addormentato potrebbe essere una buona idea moderare la tua energia, almeno all'inizio. La tua voglia di fare e il tuo entusiasmo potrebbe incontrare una dura opposizione, non perché sia sbagliata, ma perché il tuo umore non è in sintonia con l'altro. È quindi importante sincronizzarsi con gli aspetti e egli stati d'animo dell'altra persona.
  • Porre l'attenzione sul linguaggio del corpo: Albert Mehrabian, uno psicologo statunitense famoso per le sue pubblicazioni sull'importanza degli elementi non verbali nella comunicazione faccia a faccia è giunto alla conclusione sostenendo che il comportamento non verbale abbia un peso maggiore dell'impatto delle parole. "Se il viso è incoerente con le parole, la prima avrà maggiore rilevanza e determinerà l'impatto di tutto il messaggio". Allineare il comportamento non verbale con quello dell'altra persona è una strategia efficace per stabilire il rapport. Questo allineamento è molo spesso automatico e naturale.
  • Allineare la comunicazione verbale: gli elementi da tenere in considerazione sono: la velocità con cui si parla a una persona, il volume della voce e le parole e frasi che le persone utilizzano nel linguaggio. Ovviamente senza sforzare il tutto. Ricalcando il modo di parlare stai dicendo ai tuoi interlocutori che li capisci e che possono fidarsi di te. Quante volte abbiamo pensato "mi piace questo tizio, parliamo la stessa lingua"? Questo processo farà in modo che l'altra persona risponda in modo positivo e il risultato sarà una maggiore collaborazione.
  • Ricalcare le convinzioni e le opinioni altrui: questo non significa fingere di credere in qualcosa in cui non si crede, ma è possibile trovare un modo per confermare le convinzioni dell'altra persona o le esperienze che ha avuto.
  • Controllare la respirazione: un altro modo per ricercare sintonia con l'altro riguarda la respirazione. La sincronizzazione del respiro è una delle tecniche più antiche per creare rapport.

Diventando più flessibile nel tuo approccio verso gli altri e modificando i tuoi comportamenti, avvicinandoti maggiormente agli schemi comportamentali del tuo interlocutore, potrai aumentare enormemente il tuo successo e la tua soddisfazione personale.

Durante il percorso formativo "comunicare meglio per vivere meglio" in programma per il 10 e 24 giugno, vedremo anche cosa significa guidare una persona dopo aver creato il rapport desiderato e approfondiremo temi relativi al potere del linguaggio, per capire in che modo le parole che usiamo possono influenzare le nostre emozioni, i nostri comportamenti e quelli degli altri.